24 agosto 2011

La "gelida manita" del Barcellona.

Una lezione di calcio quella subita dal Napoli nel tempio dei blaugrana. Gli azzurri in avvio di gara mettono paura ai campioni del Barça impensierendo Pinto, Cavani si inventa un gol fantastico in rovesciata, annullato però per fuorigioco di Hamsik.


E' l'unico sussulto, da quel momento in poi la sfida al Camp Nou diventa un incubo per i partenopei. Il Barcellona chiude il primo tempo per 2 a 0, in gol Fabregas e Keita. Nell'avvio di ripresa entra Leo Messi e per il Napoli si complicano ancora di più le cose, la 'pulce' prima crea la palla gol per Pedro, poi realizza una bella doppietta.


Il trofeo Gamper lo vincono i campioni di Spagna e d'Europa che chiudono il match per 5 a 0. Per gli azzurri un test importante in vista della Champions League, di certo sarà difficile trovare tutte squadre al livello del Barça.


Queste le formazioni scese in campo ed i relativi cambi nel corso della partita:

FC Barcellona:
Pinto, Montoya (1' st Sergi Roberto), Fontas (18' st Busquets), Piquet (1' st Bartra), Adriano (18' st Abidal), Keita (18' st Mascherano), Thiago (18' st Xavi), Fabregas (13' st Messi), Kiko (1' st Dos Santos), Iniesta (1' st Cuenca), Villa (1' st Pedro).

SSC Napoli:
De Sanctis (38' st Rosati), Campagnaro (38' st Grava), Cannavaro (38' st Fernandez), Britos (42' pt Aronica), Maggio (32' st Lucarelli), Inler (14' st Donadel), Dzemaili (18' st Gargano), Dossena (32' st Ruiz), Hamsik (23' st Santana), Lavezzi (14' st Zuniga), Cavani (23' st Mascara).

video   Highlights

All'indomani della disfatta di Barcellona, il Napoli torna a Castel Volturno per la ripresa degli allenamenti in vista della 1^ giornata di campionato.
Seduta leggera ed allenamento di scarico per chi ha giocato al Camp Nou, lavoro più intenso per quelli impiegati di meno, con partitella otto contro otto.
Domani doppia seduta.


Il mister Mazzarri ha parlato alla squadra analizzando la partita ed evidenziando l'esperienza del Barcellona e la superiorità di gioco, tradotta poi in motivo di crescita per tutti.
Ai giornalisti ha poi detto: "Non facciamo drammi, sono degli extraterrestri. Noi siamo stati in partita poco più di mezz'ora, poi loro sono stati bravi ad andare in vantaggio e il 2-0 ci ha tagliato le gambe, ci siamo scoraggiati, una cosa che non deve succedere. Siamo venuti qui apposta per fare esperienza, per crescere, per prendere esempio. Su questa partita ci lavoreremo, ci deve servire da lezione ed essere uno stimolo a migliorarci. Adesso dobbiamo ripartire, domenica aspettiamo il Genoa al San Paolo".


L'infortunio di Miguel Angel Britos per frattura al metatarso del piede destro è stato risolto in mattinata, dal professor Eugenio Jimeno alla Clinica Dexeus, intervento perfettamente riuscito. Il difensore uruguaiano avrà bisogno di circa due mesi per il recupero totale.

Sempre oggi, il nuovo attaccante argentino Cristian Chavez, giunto ieri a Napoli, ha svolto le visite mediche di rito. Sarà presentato ufficialmente alla stampa ed ai tifosi nei prossimi giorni.

"Benvenuto Cristian!" questo il nostro messaggio augurale.

0 commenti:

Posta un commento