31 luglio 2011

Il Napoli saluta Dimaro.

Ieri mattina si è rinnovato l'appuntamento annuale con la consueta benedizione e la Santa messa officiata da Sua Eminenza il Cardinale Crescenzio Sepe nella sede azzurra del ritiro di Dimaro, l'Arcivescovo di Napoli si è poi rivolto ai calciatori azzurri dicendo: "Siete una squadra che si fa onore e fa comprendere a tutti quanto Napoli possa essere una realtà vincente. Quando vince la squadra, vince anche la città ed i suoi tifosi. Siamo fieri di appartenere a questa maglia e di poterla rappresentare nel mondo intero. Dio benedica la squadra, il Presidente e tutti i suoi dirigenti... A maronn va ccumpagn!".


Il Napoli tutto ha ringraziato e dato l'arrivederci al sindaco e alle varie amministrazioni interessatesi al soggiorno del club: "Saremo a Dimaro per i prossimi quattro anni - ha detto De Laurentiis - ci siamo trovati benissimo e torneremo qui in Trentino nella Val di Sole", gli fa eco il mister, Mazzarri: "Ringrazio il Sindaco e il Comune che ci hanno offerto un bellissimo soggiorno e ci hanno aiutato per questo ritiro, abbiamo creato le basi per una stagione importantissima".
Poi è il Sindaco di Dimaro, Menghini, a prendere la parola: "Siamo stati benissimo con il Napoli, avremo nostalgia di voi perché è stata una bellissima esperienza che ci auguriamo possa durare ancora a lungo".


Parla anche il capitano Paolo Cannavaro a nome della squadra: "Sarà una stagione di responsabilità ma anche di grande stimolo. Questo gruppo è scugnizzo nell'anima e rispecchia la napoletanità che c'è nel nostro ambiente".
Poi Marek Hamsik che ha rassicurato i tifosi sulla sua permanenza in azzurro, aggiungendo: "Abbiamo nuovi acquisti che ci aiuteranno a crescere, c'è un gruppo forte e siamo pronti per affrontare la stagione".
Particolarmente applaudito Hugo Campagnaro: "Ho lavorato molto in palestra perché ho ancora qualche piccolo problema, ma presto sarò al top".


Nella circostanza sono stati salutati anche i tifosi che hanno accompagnato e sostenuto la squadra con il solito calore ed entusiasmo, queste le parole del tecnico partenopeo: "Ogni campionato ha la sua storia e noi affronteremo questa stagione con la mentalità di sempre e saremo competitivi. Non faccio promesse, ma dico solo che l'anno scorso abbiamo lottato fino all'ultimo minuto e lo faremo anche quest'anno, non molleremo mai. Questi quindici giorni mi sono bastati, per conoscere i nuovi acquisti, testare i vari moduli e motivare l'intero gruppo in vista della nuova e difficile stagione".

Nel pomeriggio c'è stato poi il terzo ed ultimo impegno a Rovereto contro il Grosseto vinto per 2-1, doppietta di Lucarelli.

video    Highlights

La partita del giorno precedente contro il Barletta ha visto sempre vincitori gli azzurri per 2-0, a decidere la gara, Dezi e Hamsik.

video    Highlights

0 commenti:

Posta un commento