14 agosto 2011

Dietrofront del Villarreal per Rossi.

Il Napoli si aggiudica il 36° trofeo Ciutat de Palma vincendo per una rete a zero, splendido il gol di testa del colombiano Camilo Zuniga.
Gli undici di Mazzarri in campo non sono i titolarissimi, ma ormai tutta la squadra comincia a girare bene e ad entrare nell'ottica dei meccanismi di gioco del mister, da menzionare l'ottima preformance del neo acquisto Antonio Rosati.

video     Highlights

Due giorni di riposo per l'intero gruppo tranne per il duo d'attacco Cavani e Lavezzi, per loro doppia seduta giornaliera sia oggi che domani assieme al preparatore atletico Corrado Saccone. Entrambi vogliono essere pronti per la notte del 22 agosto quando nell'arena del Camp Nou si affronteranno i Campioni d'Europa del Barça.

A rovinare la festa a De Laurentiis ci pensa però il Villareal che fa dietrofront sull'accordo per l'asso italo-americano, Giuseppe Rossi.


Se da una parte ci sono numerose fonti che parlano di una trattativa in corso, dall’altra c’è il presidente Fernando Roig che chiude qualsiasi chance di trasferimento del suo pupillo: “Nonostante quello che si dica in Italia, l’ho detto più volte e lo ribadisco ora, Rossi è incedibile“. Il patron del “Sottomarino Giallo” non ha intenzione di smembrare una squadra che ha già perso Cazorla e forse anche Nilmar.

De Laurentiis incassa, ma il fatto di aver dichiarato che avrebbe fatto di tutto pur di assicurarsi le prestazioni dell'attaccante del New Jersey dovrebbe far pensare.


Attualmente "Pepito" Rossi guadagna 3 milioni di euro a stagione, il patron azzurro lo sa e potrebbe, nonostante il tetto ingaggi imposto, passarci su. L'accordo economico con il Villarreal è sul tavolo, come pure quello con il procuratore Federico Pastorello e con il diretto interessato che nel sentirsi coccolato ha dichiarato di essere lusingato da così tanto interesse, aprendo un possibile spiraglio.

La società partenopeaa, guidata da un presidente vulcanico, lungimirante, ambizioso e affascinato dalle imprese impossibili vuole provarci perchè sa di poterselo permettere, alla luce del fatto che è anche uno dei club più virtuosi d'Europa.


Il piano del presidente azzurro, per portare "Pepito" in maglia azzurra, prevede tre soluzioni, ognuna legata ad una condizione ben precisa:
  • Il Napoli chiuderebbe subito nel caso in cui un club italiano o straniero presentasse un’offerta economica per Lavezzi pari alla clausola rescissoria di 32 milioni di euro fissata nel suo contratto;
  • De Laurentiis tornerebbe alla carica a gennaio se gli azzurri dovessero trovarsi in corsa per lo scudetto;
  • L'accordo potrebbe spostarsi a giugno del 2012 se la stagione del Napoli dovesse regalare meno soddisfazioni del previsto, per potenziare un organico che si sta pian piano allineando a quello dei Top Team.
Chi come De Laurentiis ama i finali 'cinematografici' a sorpresa sa che non è da escludere un colpo di scena all’ultimo momento.

0 commenti:

Posta un commento